Smart Cities e IOT

Smart Cities e IOT

Energia e Smart Cities

La definizione di smart city è molto ampia, ma si caratterizza principalmente per la combinazione di sei fattori principali: 
  1. SMART ECONOMY
  2. SMART PEOPLE
  3. SMART GOVERNANCE
  4. SMART MOBILITY
  5. SMART ENVIRONMENT
  6. SMART LIVING
L’Unione Europea ha previsto investimenti per una cifra tra i 10 ed i 12 miliardi di euro nel periodo di programmazione 2014-2020 per progetti tesi a trasformare le città europee in "smart cities".

All’interno del programma Horizon 2020, nell’ambito del pilastro “sfide sociali”, la Commissione europea ha previsto dei bandi dedicati a "Smart Cities and Communities"che mirano ad identificare, sviluppare e distribuire soluzioni replicabili, equilibrate ed integrate nei settori dell'energia, dei trasporti e delle ICT attraverso partenariati tra comuni e imprese.  Le sfide chiave per Smart Cities and Communities sono quelle di aumentare significativamente l'efficienza energetica complessiva delle città e di sfruttare al meglio le risorse locali. A livello strategico, la sfida delle smart cities è fatto proprio dall’Agenda Digitale Europea ed è considerato fondamentale nel raggiungimento degli obiettivi di Europa 2020, stante anche il fatto che oggi circa due terzi della popolazione europea vivono in contesti urbani.

Un programma comunitario dedicato non direttamente alle smart cities ma al più ampio tema dello sviluppo urbano è URBACT. Si tratta di un programma con lo scopo di promuovere uno sviluppo urbano sostenibile mediante lo scambio di esperienze e la diffusione delle conoscenze tra città europee. Il tema chiave è la città sostenibile, che si interseca in molti punti con i temi relativi alla città intelligente.  

Un aspetto fondamentale della smart city concerne l’uso intelligente delle risorse energetiche: in tal senso la smart city è un aspetto particolare del tema ancora più ampio del risparmio energetico, che rappresenta un elemento fondamentale degli obiettivi di Europa 2020. Entro il 2020 l'Unione Europea intende ridurre le emissioni di gas ad effetto serra del 20% rispetto ai livelli del 1990, con un'ulteriore riduzione di emissioni dell'80-95% entro il 2050. Entro il 2020 le energie rinnovabili dovrebbero inoltre coprire il 20% del consumo finale di energia, congiuntamente all'obiettivo del 20% dell'efficienza energetica (Europa 2020).

In Horizon 2020 più di 5 miliardi di euro sono destinati alla misura “Energia sicura, pulita ed efficiente”, il cui obiettivo è quello di riuscire a transitare verso un sistema energetico affidabile, sostenibile e competitivo, in tempi di crescente scarsità delle risorse, di incremento del fabbisogno di energia nonché di cambiamenti climatici. 
Condividi facebook share twitter share pinterest share
Siglacom - Internet Partner