Finanziamenti europei per le industrie culturali e creative

11/07/2017

 

Il nostro patrimonio culturale è qualcosa di più della memoria del nostro passato, esso è anche la chiave del nostro futuro. È parte integrante dell’Europa e di ogni singolo Stato membro, ma è importante anche per l’economia, perché promuovere i nostri tesori culturali significa aiutare la crescita e l’occupazione.

È proprio l’Europa a richiamare l’attenzione sul valore e l’importanza del nostro patrimonio culturale, proclamando il 2018 “Anno europeo del patrimonio culturale” e destinando milioni di euro al finanziamento di progetti ed attività mirate allo sviluppo di questo settore.

 

Siamo di nuovo nell’ambito della 3° call del Programma di cooperazione transnazionale Interreg CENTRAL EUROPE, che ha messo a disposizione 60 MILIONI DI EURO per progetti di sviluppo urbano e regionale e ha dedicato a questo settore un obiettivo ben specifico:

 

[OS 3.2: MIGLIORARE LE CAPACITÀ PER L’USO SOSTENIBILE DEL PATRIMONIO E DELLE RISORSE CULTURALI]

 

Saranno finanziate esclusivamente le proposte riguardanti le industrie culturali e creative. Parliamo quindi, a titolo di esempio, di editoria, musica, cinema, radio-televisione, videogiochi, architettura, design (artigianato, moda, food design, ecc.) e comunicazione.

 

Esempi di progetti finanziati dal Programma in questo settore

FORGET HERITAGE: il progetto intende migliorare le capacità del settore pubblico e privato nell’uso sostenibile del patrimonio culturale in Italia, Slovenia, Germania, Polonia, Croazia, Repubblica Ceca e Ungheria. La maggior parte delle città in questi paesi sono caratterizzate dalla presenza di edifici storici non utilizzati (ex fabbriche, ospedali, scuole, caserme) che hanno segnato la storia della comunità locale e che attualmente si trovano in stato di abbandono. La sfida del progetto è quella di trovare una soluzione innovativa e sostenibile per la tutela e la valorizzazione del patrimonio culturale nell’Europa centrale, aumentandone il suo valore economico. Come? Attraverso la creazione di nuove imprese creative e culturali in un’ottica del tutto transnazionale e facilmente replicabile.

 

INDUCULT 2.0: Il progetto, utilizzando il concetto di cultura industriale, punta a valorizzare l’impresa e l’industria come elementI fondantI del patrimonio culturale delle regioni dell’Europa Centrale. L'obiettivo generale è l'implementazione di strategie nell'ambito della conservazione e riutilizzo del patrimonio industriale esistente. Il coinvolgimento e la collaborazione tra le principali parti interessate favorirà la ristrutturazione di vecchie aree industriali attraverso la creazione di incubatori e centri socio-culturali, aumentando così l'attrattività dei centri urbani.

 

Se hai un’idea in questo settore CONTATTACI per conoscere tutti i dettagli. Ti aiuteremo a capire se la tua idea possiede i requisiti formali di ammissibilità e ti accompagneremo, se lo richiederai, nell’iter di progettazione e presentazione della tua proposta.

 

Seguici anche su Linkedin per rimanere sempre aggiornato sulle ultime novità in materia di finanziamenti europei.

Tag:  finanziamenti europeifondi europei

Condividi facebook share twitter share pinterest share
Siglacom - Internet Partner