SME Instrument diventa EIC accelerator

16/09/2019

Nella programmazione comunitaria 2021-2027 Horizon 2020, il programma principe di finanziamento all'innovazione scientifico-tecnologica, si trasformerà in Horizon Europe. Programma con gli stessi obiettivi di fondo ma alcune novità importanti. Tra le più significative, la focalizzazione slle PMI a cui sarà dedicata gran parte del budget.

La Commissione europea, sul finire del periodo 2014-2020, ha lanciato la Fase pilota dell’Accelerator dello European Innovation Council (EIC Accelerator). Si tratta dell'erede del porgramma SME Instrument, specificamente pensato per le PMI.  L'EIC Accelerator è dedicato ad aziende e start up a vocazione fortemente innovativa, con l’obiettivo di accelerare i loro processi di crescita sui mercati europei e globali (scaling up). Tra le principali novità introdotte:                                                                                                              
  • un budget di circa 1,2 miliardi di euro;
  • la domanda potrà essere presentata soltanto dalla singola azienda (subcontratti consentiti);
  • integrazione del precedente meccanismo di Fase 2 SME Instrument, attraverso un finanziamento in equity, a partire dalla scadenza del 9 ottobre 2019. Da questa scadenza in poi, sarà dunque possibile presentare una domanda di finanziamento attraverso grant, secondo le precedenti regole SME Instrument Fase 2, oppure una domanda combinata di grant ed equity. 


Il grant servità a finanziare lo sviluppo tra TRL 6 e TRL 8, prevedendo un contributo comunitario tra 0,5 e 2,5 milioni di euro, al tasso di finanziamento del 70%. 

Il contributo in equity, invece, sarà negoziato dopo la sigla del contratto grant tra azienda e Commissione e sarà finalizzato a facilitare i cosiddetti market uptake e deployment delle innovazioni in oggetto. Nella Fase pilota 2019-2020 non è consentito richiedere un contributo esclusivamente in equity. 

Qui sotto, in sintesi, le informazioni chiave del nuovo programma pilota.

Chi può partecipare
Piccole e medie imprese, in particolare le startup di tutti i settori.
Tali soggetti devono essere stabiliti in uno degli stati membri dell’Unione Europea o in paesi associati ad Horizon 2020.

Cosa finanzia
Sono ad esempio finanziate le attività di sviluppo di prodotti/servizi, prove, prototipazione, validazione, test e dimostrazioni, market replication.
I progetti possono riguardare tutti i temi di ricerca, non ci sono limitazioni.

Qual è il contributo
L’EIC Accelerator prevede la concessione di un contributo a fondo perduto compreso fra 500 mila e 2,5 milioni di euro, nel limite del 70% delle spese ammissibili.
Per progetti più vicini al mercato è inoltre possibile accedere ad un cofinanziamento in equity fino a un massimo di 15 milioni di euro tramite l’EIC Fund.
Le PMI possono inoltre beneficiare di servizi di coaching e mentoring gratuiti.

Come si partecipa
Il bando è continuamente aperto con più scadenze l’anno (cut-off dates)

  • 9 ottobre 2019
  • 08 gennaio 2020
  • 18 marzo 2020
  • 19 maggio 2020
  • 07 ottobre 2020
Condividi facebook share twitter share pinterest share
Siglacom - Internet Partner