Horizon 2020

HORIZON 2020

Con più di 80 miliardi di euro di dotazione finanziaria nel periodo 2014-2020, Horizon 2020 è uno dei più grandi programmi di ricerca pubblici del mondo. E' dedicato alle attività di ricerca della Commissione europea ma, rispetto ai programmi del periodo 2007-2013, ha accentuato il focus sulla ricerca applicata e sullo sviluppo tecnologico-industriale rispetto alla ricerca di base. 
Un nuovo dispositivo portatile ad alte prestazioni che analizza i gas tossici e gli inquinanti atmosferici. Biosensori supersensibili per la diagnostica per immagini. Sistemi di accumulo elettrico o termico, ibridi, compatti e innovativi per edifici a basso consumo energetico. Sviluppo di microalghe da acquacoltura come base per nuovi prodotti nell’industria cosmetica. Sistemi di riciclo dei sali di alluminio. Sono solo alcuni esempi dei risultati previsti da progetti finanziati da Horizon 2020.
Horizon 2020 finanzia progetti innovativi in un numero quasi illimitato di settori e le opportunità di finanziamento sono numerose. Il programma prevede tre linee di azione principali:

Eccellenza scientifica 

Mira a rafforzare e ad ampliare l'eccellenza della base scientifica dell'Unione e a consolidare lo Spazio europeo della ricerca (SER) al fine di rendere il sistema europeo di ricerca e innovazione più competitivo su scala mondiale. Essa si articola in obiettivi specifici, con una visione a lungo termine,che concernono la mobilità dei ricercatori, la ricerca collaborativa di frontiera e lo sviluppo delle infrastrutture di ricerca.

Sfide per la società

Affronta le priorità politiche e le sfide per la società che sono identificate nella strategia Europa 2020 che mirano a stimolare la massa critica degli sforzi di ricerca e innovazione necessari a conseguire gli obiettivi politici dell'Unione. Il finanziamento è incentrato sui seguenti sette obiettivi specifici:
  • salute, cambiamento demografico e benessere;
  • sicurezza alimentare, agricoltura sostenibile e silvicoltura, ricerca marina, marittima e sulle acque interne e bioeconomia;
  • energia sicura, pulita ed efficiente;
  • trasporti intelligenti, verdi e integrati;
  • azione per il clima, efficienza delle risorse e materie prime;
  • l'Europa in un mondo che cambia - società inclusive, innovative e riflessive;
  • società sicure - proteggere la libertà e la sicurezza dell'Europa e dei suoi cittadini.
Tutte le attività adottano un approccio basato sulle “sfide”, che può includere la ricerca di base, la ricerca applicata, il trasferimento di conoscenze e l'innovazione, e si concentrano sulle priorità politiche senza determinare in precedenza la scelta precisa di tecnologie o soluzioni da sviluppare. Accanto alle soluzioni basate sulle tecnologie, si rivolge attenzione all'innovazione organizzativa, quindi non solo tecnologica, e dei sistemi nonché all'innovazione del settore pubblico.

Leadership industriale

mira ad accelerare lo sviluppo delle tecnologie e delle innovazioni a sostegno delle imprese del futuro e ad aiutare le PMI europee innovative a crescere per divenire imprese di importanza mondiale. Essa si articola in tre obiettivi specifici:
  • "Leadership nelle tecnologie abilitanti e industriali" fornisce un sostegno mirato alla ricerca, allo sviluppo e alla dimostrazione nonché, se del caso, alla standardizzazione e certificazione di tecnologie dell'informazione e della comunicazione (TIC), nanotecnologie, materiali avanzati, biotecnologie, tecnologie produttive avanzate e tecnologia spaziale. L'accento sarà posto sulle interazioni e le convergenze fra le diverse tecnologie e sulle loro relazioni con le sfide per la società.
  • "Accesso al capitale di rischio" mira a superare i disavanzi nella disponibilità di crediti e fondi propri per il settore R&S e per le imprese e i progetti innovativi in tutte le fasi di sviluppo. Congiuntamente allo strumento di capitale del programma per la competitività delle imprese e le piccole e medie imprese (COSME) (2014-2020), esso sostiene lo sviluppo di un capitale di rischio di livello di Unione.
  • "Innovazione nelle PMI" fornisce sostegno su misura per le PMI al fine di promuovere tutte le forme di innovazione nelle PMI, puntando su quelle dotate del potenziale di crescita e di internazionalizzazione sul mercato unico e oltre.

Chi può partecipare a Horizon 2020

Può partecipare qualsiasi ente pubblico o privato, profit o non profit. Sono ammesse entro certe condizioni anche le persone fisiche.
  • Piccole, medie e grandi imprese
  • Università e centri di ricerca
  • Associazioni e ONG
  • Enti pubblici
Le condizioni minime per la partecipazione ai bandi di Horizon 2020 (fatta eccezione per il sotto-programma SME Instrument) sono le seguenti:
  • Proposta progettuale presentata da almeno tre soggetti giuridici 
  • I tre soggetti giuridici sono stabiliti in differenti Stati Membri dell’Unione o paesi associati;
  • I tre soggetti giuridici sono indipendenti* l’uno dall’altro.

Cosa finanzia Horizon 2020

AZIONI DI RICERCA ED INNOVAZIONE (RIA: Research and Innovation actions)
Azioni costituite principalmente da attività volte a stabilire nuove conoscenze e/o esplorare la fattibilità di una nuova o migliore tecnologia di prodotto, processo, servizio o soluzione. A tal fine esse possono includere ricerca di base o applicata, lo sviluppo e l’integrazione tecnologica, test e validazione su di un prototipo in piccola scala in un laboratorio o in ambiente simulato.

AZIONI DI INNOVAZIONE (IA: Innovation Actions)
Azioni costituite principalmente da attività volte a produrre piani, progetti  e disegni per prodotti, per processi o servizi nuovi, modificati o migliorati. A tal fine le attività possono comprendere prototipazione, testing, dimostrazione, sperimentazione, validazione del prodotto su larga scala e le prime applicazioni commerciali.

Una ’dimostrazione o sperimentazione’ mira a convalidare la fattibilità tecnica ed economica di una tecnologia, prodotto, processo, servizio o soluzione in un ambiente operativo (o in prossimità operativa), nuovo o migliorato, industriale o altro, coinvolgendo nel caso, un prototipo o dimostratore su larga scala.

Una “replica di mercato” si propone di sostenere la prima applicazione/diffusione sul mercato di un’innovazione che è già stata dimostrata, ma non ancora applicata/distribuita nel mercato a causa di insuccessi del mercato/barriere all’adozione. ’Prima’ significa nuovo almeno in Europa o nuovo almeno per il settore dell’applicazione in questione. Spesso tali progetti comportano una validazione di prestazioni tecniche ed economiche a livello di sistema nelle condizioni operative reali fornite dal mercato. Possono includere attività di ricerca e sviluppo limitate.
 

Budget e costi ammissibili ad Horizon 2020

La dotazione finanziaria indicativa è di circa 80.000 milioni di euro per il periodo di programmazione 2014-2020.
Il budget dei singoli progetti è molto variabile: a seconda della tipologia di bando, nonché dell’ampiezza della partnership richiesta, può variare da 1 a 15 milioni di euro o più.
Vengono finanziati a fondo perduto i costi eleggibili (costi diretti e indiretti) direttamente riconducibili alle attività inerenti la realizzazione del progetto.
Costi diretti:
  • Staff (costi di personale)
  • Subappalti (consulenze e servizi esterni)
  • Forniture (attrezzature, macchinari, consumables  ecc)
  • Viaggi
  • Altri costi diretti
Costi indiretti: i costi di amministrazione attribuibili al progetto sono calcolati sulla base di una flat-rate del 25% dei costi diretti ammissibili.
Vengono finanziati a fondo perduto i costi eleggibili, al 100% oppure al 70% (rispettivamente per RIA ed IA). Nel caso di azioni di innovazione, la percentuale è del 70% fatta eccezione per i soggetti giuridici senza scopo di lucro, ai quali si applica un tasso di rimborso del 100%.
 
Condividi facebook share twitter share pinterest share
Siglacom - Internet Partner